ORIZZONTE EUROPA: FAI CONTARE LA TUA VOCE!

È trascorso un anno dall’accentramento della Direzione Generale presso l’HUB di Tiburtina con la completa dismissione delle unità presenti nel quartiere Ludovisi, Eur e Crescenzo del Monte.

Nella prima fase di popolamento del palazzo di Tiburtina abbiamo, come Organizzazioni Sindacali della DG, svolto un’attività di ascolto e riconduzione a problematiche comuni, cominciando anche a costruire le relazioni con le altre unità produttive che lavorano nel sito Tiburtina e con gli RLS eletti. Tale percorso è culminato nella assemblea del 29 novembre dove le numerose domande poste hanno confermato i disagi che diversi colleghi man mano ci avevano rappresentato e che abbiamo a nostra volta sollevato alla Banca, riuscendo in alcuni casi ad ottenere miglioramenti all’impianto originario: parliamo dell’aumento del numero dei  parcheggi disponibili, delle iniziative che hanno contribuito ad implementare la  sicurezza esterna all’edificio, dell’avvio della sistemazione dell’ambulatorio e della modifica dell’offerta di ristorazione.

Per molte altre questioni come la qualità dell’aria o l’eccessivo inquinamento luminoso, i colleghi pretendono giustamente qualcosa di più, non si accontentano delle risposte che ci ha dato l’Azienda che, dimostrandosi attenta solo alle prescrizioni necessarie per ottenere le certificazioni da “green building”, si disinteressa di quello che dovrebbe essere alla base di un progetto che ha creato la più alta concentrazione di lavoratori di Roma: il benessere delle Persone che a Tiburtina prestano il loro servizio, il cui perseguimento deve andare oltre i minimi prescritti, soprattutto in considerazione dei princìpi etici che il Gruppo BNP Paribas intende declinare.

Su altri temi ancora aperti, quali la flessibilità per le aree professionali o la sollecitazione al rispetto della pause pranzo, proseguirà il nostro impegno, volto a chiedere all’Azienda concrete soluzioni, che contribuiscano a migliorare la qualità della vita dei colleghi, fermo restando la nostra massima attenzione a raccogliere tutte le segnalazioni sui nuovi problemi che il contesto ambientale dovesse presentare e che l’Azienda minimizza basandosi esclusivamente su quanto risulta dall’apertura di ticket, che fra l’altro spesso restano inevasi.

Per dare maggior sostegno alle esigenze di lavoratrici e lavoratori del Gruppo BNP Paribas, abbiamo deciso di iniziare un nuovo percorso, con un questionario che fornisca elementi quantitativi del disagio percepito dai colleghi. Il questionario ci potrà consentire un monitoraggio nel tempo e avere elementi in più di confronto con l’azienda.

Vi invitiamo a partecipare numerosi al questionario perché è solo con la partecipazione che si può dare un segnale tangibile dei propri disagi.

Il questionario potrà essere restituito (in forma cartacea e anonimamente) in sala sindacale E1 piano 1 dalle 13 alle 14 fino al giorno venerdì 1 giugno. Resta possibile affidare il questionario compilato al proprio Rappresentante Sindacale.

Scarica il Comunicato e il Questionario

Social: