Retribuzione Aggiuntiva Contrattata

VAP E PIANO WELFARE

A fine Maggio abbiamo fatto la consueta verifica sugli indicatori per l’erogazione del Premio Aziendale, che ha avuto esito positivo, registrando tra l’altro un miglioramento dei parametri relativi a produttività (2 indici), redditività e innovazione (Flexible Working).

Conseguentemente abbiamo sottoscritto un verbale al fine di confermare che sussistono le condizioni per l’erogazione del VAP in base a quanto previsto dall’Accordo 22 dicembre 2016: 500€ per tutti.

A fronte dell’andamento dei risultati relativi all’esercizio di bilancio 2017, che hanno fatto registrare un “surplus” di attivo rispetto al budget fissato nel piano industriale, la Banca ha mantenuto fede all’impegno assunto verso le OO.SS.: iniziare a restituire i ritorni extra ai colleghi che, con il proprio sacrifico e la propria abnegazione, stanno assicurando il rilancio della nostra Banca.

Abbiamo così sottoscritto un accordo al fine di destinare una somma ulteriore al Piano Welfare Aziendale: a ciascun collega verrà riconosciuta la cifra di € 75,00; ai colleghi destinatari del cosiddetto CIP – “livello retributivo di inserimento professionale” (290 in tutto il Gruppo BNL), cioè inquadramento di 3A1L ma retribuzione ridotta del 10% per i primi quattro anni – andrà, invece, una somma, sempre a titolo di welfare, di € 210,00.

Per cui il piano welfare per il solo 2018 sarà composto come da tabella:

A seguito delle contingenze dettate dalla crisi economica le opportunità di contrattare miglioramenti salariali si sono ridotte, pertanto la possibilità di introdurre miglioramenti attraverso la negoziazione del welfare, istituto che risponde senza dubbio a un preciso indirizzo politico legato alle politiche fiscali, ha consentito di contrastare il contenimento della retribuzione. Un punto saldo è che questo contrasto sia attuato con particolare riguardo alle categorie più svantaggiate. Si tratta di una linea di condotta già attuata in occasione delle giornate di solidarietà e che prosegue in modo tangibile anche in questo caso, e che continuerà nel futuro laddove ci sarà una possibilità di negoziazione che lo consenta. In merito alla distribuzione dell’importo riteniamo che l’azienda abbia dato un primo segnale coerente con gli accordi presi con le OOSS che auspichiamo prosegua nel tempo anche in altre sedi.

Auspichiamo una prosecuzione di questa prassi confidando in una redditività della nostra azienda sempre maggiore. Ricordiamo inoltre agli aventi diritto che è in pagamento anche il Differenziale del Premio di Rendimento. Per gli importi, essendo questi legati a troppi fattori soggettivi, rimandiamo i colleghi che volessero sapere prima la spettanza a rivolgersi all’assistenza aprendo un ticket.

Scarica il Comunicato Ufficiale

Social: