DACCI OGGI IL NOSTRO BLOCCO QUOTIDIANO

Impianti di climatizzazione o procedura, esiste una certezza: il blocco c’è!

Neanche in questi giorni (fine/inizio mese) nei quali le Agenzie, nonostante quanto sostenuto dalla Banca, sono prese d’assalto dalla clientela, i colleghi sono stati graziati.

Blend continua a fornire “grande supporto”: impossibilità di emettere assegni circolari (immaginiamo la reazione del cliente in caso di stipula di un mutuo per esempio), mancata erogazione dei contanti in caso di prelevamenti e impossibilità totale di stampare, sono solo alcune delle performances di questa “fantastica” procedura che ancora adesso, a distanza di quasi un anno dal primo rilascio, presenta numerose lacune e malfunzionamenti.

A tutto questo, come non bastasse, va aggiunta la chicca dei versamenti effettuati dalla clientela agli ATM il 30 luglio nel tardo pomeriggio, versamenti che sono stati annullati dal sistema!

Quindi la macchina ha incassato i soldi, ha rilasciato la ricevuta al cliente ma… l’accredito è stato stornato automaticamente!!!

Immaginiamo il livello di soddisfazione di un cliente che ha effettuato il versamento per poi dare corso a dei pagamenti… Ovviamente la gestione della clientela scontenta nonché le sistemazioni di tutte le anomalie contabili sono come sempre in capo ai colleghi della Rete (l’Assistenza presa d’assalto ha smesso di rispondere alle telefonate) ormai ridotti allo stremo da pressioni (che non vanno in vacanza), organici ridotti all’osso, continue lamentele della clientela e procedure che, a causa dei continui malfunzionamenti, invece di esser da supporto pesano come macigni sulle spalle dei colleghi.

Leggere su Echo’net la soddisfazione per gli ottimi risultati del primo semestre 2018, di cui per altro tutti i lavoratori sono artefici, stride e non poco con realtà che le nostre agenzie vivono quotidianamente per conseguire proprio quei risultati.

Quello che emerge senza ombra di dubbio è la grande sofferenza dei lavoratori della Rete che, nonostante tutto, dimostrano un grande senso di responsabilità e attaccamento al lavoro.

Non ci stancheremo mai di chiedere alla Direzione di non lasciare i lavoratori da soli di
fronte a difficoltà delle quali non sono assolutamente responsabili.

Chi ne ha titolo e dovere intervenga presto e risolutamente dando quelle disposizioni che
mancano da troppo tempo.

Scarica il Comunicato Ufficiale

Social: