CATANIA: STORIA DI UN EVENTO ANNUNCIATO

Ieri mattina due ottobre 2018 il collega temporaneamente preposto alla gestione dello sportello dell’agenzia sede di Catania ha avuto un malore ed è stato necessario chiamare il pronto soccorso, che ha provveduto a trasportarlo in ospedale per i necessari interventi ed accertamenti sanitari.

La causa del malore è, quasi certamente, da addebitare alla situazione di pressione lavorativa conseguente alla concentrazione delle attività di cassa sulla sede di Catania dopo la progressiva chiusura e riduzione degli orari di apertura degli altri sportelli della piazza, le note inefficienze mai sanate della nuova procedura di sportello Blend, ed infine ad una gestione organizzativa del lavoro non attenta alle nuove esigenze. Infatti, non si comprende come in coincidenza con le scadenze di fine ed inizio mese, sia stato destinato ad altra attività l’attuale responsabile dei servizi di sportello e contemporaneamente siano stati messi in ferie “obbligate” il nuovo responsabile ed il suo normale sostituto.

Da tempo il personale in servizio presso le casse di Catania manifesta insoddisfazione per una inadeguata gestione delle risorse. Ad esempio, troppo spesso, ci sono stati colleghi che dopo aver iniziato la loro attività di cassa presso un agenzia sono stati destinati, nella stessa giornata, presso altre dipendenze. Il trasferimento da una agenzia ad un’altra, oltre a creare disagio ai colleghi, certamente non risolve i problemi dello sportello, visto che quasi tutto il tempo utile viene perso per gli adempimenti burocratici necessari e per lo spostamento.

Così come molti dei trasferimenti disposti in discordanza con le richieste e le esigenze dei colleghi hanno creato non pochi disagi alla vita personale e peggiorando spesso l’efficienza operativa dei servizi di cassa. Prova certa di così tanta sofferenza sono state le richieste di alcuni colleghi, di riconosciuta esperienza e professionalità, di volere uscire dal ruolo in seguito a diversi disturbi psico-fisici.

Saranno casi di stress da lavoro correlato ?

Auspichiamo che da subito cambi l’approccio e vengano presi quegli accorgimenti e posta l’attenzione necessaria a migliorare le condizioni lavorative dei Colleghi e l’efficienza del servizio offerto alla clientela. Non possiamo accettare che a fronte dei problemi sopra enunciati siano i colleghi delle agenzie a pagare, anche con una dose di stress aggiuntiva, le conseguenze dei bassi livelli di Customer Care.

Scarica il Comunicato Ufficiale

Social: