MILANO: SICUREZZA O.O AGENZIE A RISCHIO

Il 26/11 prossimo è previsto l’incontro, richiesto dalle Organizzazioni Sindacali locali, con
la Direzione Aziendale e col responsabile della Sicurezza, perché, a partire da gennaio
2019, la BNL ha deciso di eliminare le guardie armate delle agenzie di Milano 18, 19, 20, 21, Corsico e Melegnano.

In precedenza, per le agenzie 9, 18, 20 e 21, al verificarsi dell’abbassamento dell’ indice di
rischio da 8 a 7, l’Azienda aveva comunicato la volontà di eliminare il servizio di vigilanza
ma l’intervento delle OO.SS, unitamente al coinvolgimento dei lavoratori, ha consentito di
mantenere tale servizio con diverse modalità.

Recentemente, anche per le agenzie 19 e Melegnano, ci è stato comunicato l’abbassamento dell’indice di rischio da 8 a 7, che determina solo la videosorveglianza e
non il servizio di vigilanza armata.

Come già avvenuto solo qualche mese fa e come previsto dal protocollo sulla sicurezza,
richiamiamo BNL ad una valutazione complessiva che tenga conto delle peculiarità locali
delle agenzie (ad es. zona di ubicazione, struttura dei locali, numero di addetti, vie di fuga,
degrado sociale, ecc.) ma soprattutto degli eventi criminosi diversi dalla rapina, come
scippi, truffe, ecc.. avvenuti recentemente nei dintorni delle stesse.

E a giudicare dagli articoli di cronaca locale, che le Organizzazioni sindacali hanno fornito
alla Banca, la numerosità dei crimini è documentata e variegata.

La storia di queste agenzie ha dimostrato che, ogni qualvolta è stata rimossa la guardia, è
avvenuta una rapina!

L’Azienda ha il dovere e la responsabilità di tutelare la salute e la sicurezza dei
lavoratori e dei clienti.

Contestiamo duramente la decisione di BNL e respingiamo l’idea che la tutela della
sicurezza di lavoratori e clienti possa dipendere dai meri calcoli di un Tool che,
indipendentemente dalle caratteristiche dell’agenzia e dell’ambiente circostante, produce
sempre lo stesso risultato: eliminazione delle guardie!

In questa materia, un algoritmo non può e non deve in alcun modo sostituirsi alla
valutazione umana.

Confidiamo che nel prossimo incontro, alla presenza del Responsabile della
Sicurezza, l’Azienda accolga le argomentazioni, che non sono mutate, a favore del mantenimento della vigilanza armata, con modalità da rivedere e fintanto che il modello delle rispettive agenzie non venga trasformato.

Scarica il Comunicato Ufficiale

Social: