TIBURTINA: INFORMATIVA SU INCONTRO CON LA BANCA

Ritrovamento di topi – Situazione parcheggi auto

Il 30 novembre u.s. siamo stati convocati dalla Banca, su nostra richiesta, ad un l’incontro per:

  1. avere chiarimenti sulle iniziative prese a seguito del ritrovamento di topi nello stabile di Tiburtina;
  2. analizzare la situazione della convenzione del parcheggio di Via Spadolini su proprietà di RFI, alla luce dell’avvicinarsi della data di scadenza delle attuali convenzioni.

All’incontro, insieme a Relazioni industriali hanno partecipato preposti alle strutture immobiliari (Direzione Immobiliare e BPI DSI).

Riguardo il punto 1) i preposti alle strutture immobiliari ci hanno rappresentato che il presidio è a carico della società Dusmann e, per le aree mensa e bar, della società Elior; tali società hanno potenziato i dispositivi già presenti, trappole (scatole nere) poste nel piano terra e nei piani interrati ed esche poste in particolare nei controsoffitti degli uffici. Inoltre è stata ingaggiato da parte della Dusmann un ulteriore incaricato ai controlli.

Alla nostra preoccupazione, in particolare per l’asilo nido e per la mensa, tenuto conto anche del fatto che come ci è stato da loro segnalato, il Comune di Roma non effettua derattizzazioni da circa 2 anni, ci è stato assicurato che non sono stati rinvenuti ratti ma topi e che è stata effettuata l’opportuna igienizzazione sul posto di ritrovamento. Inoltre la presenza di grate tra la zona di stoccaggio alimenti e gli uffici evita il rischio di passaggio degli animali.

Gli RLS, convocati il 29, hanno richiesto la documentazione a supporto che la Banca ha messo a disposizione.

Riguardo il punto 2) i preposti alle strutture immobiliari ci stato assicurato è stata individuata una soluzione alternativa, in via di consolidamento, in zone limitrofe. Tale soluzione dovrebbe garantire anche qualche decina di posti in più. Nel dettaglio ci è stata rappresentata l’ipotesi di una proroga trimestrale in affitto del parcheggio attuale quale ponte verso la nuova soluzione.

Verso metà dicembre si avranno maggiori informazioni.

In chiusura abbiamo richiesto chiarimenti sul problema della Cisterna Mazzoni che andrebbe risanata; la Banca si è attivata per chiedere la messa in sicurezza alla Sovrintendenza e al Comune di Roma.

Abbiamo inoltre sollecitato una soluzione per rendere meno scivoloso un tratto di marciapiede che conduce dalla metro e dai treni all’ingresso della banca.

Scarica il Comunicato Ufficiale

 

Social: