CATANIA: Dis-organizzazione!!??

… terza settimana

Abbiamo iniziato la terza settimana del nuovo “corso” imposto alla rete commerciale a fine mese di gennaio u.s., e la nostra indignazione – nata di fronte al pressapochismo garibaldino con cui si è proceduto ai frettolosi colloqui, agli incondivisibili demansionamenti, agli irrazionali trasferimenti massivi, ecc., ecc., – continua a crescere di fronte al perdurare della generale dis-organizzazione ed alle pericolose conseguenze della stessa.

E’ stato umiliante assistere allo spettacolo delle decine di colleghi frettolosamente trasferiti da un’agenzia all’altra, che hanno dovuto provvedere a trasportare in proprio le dotazioni informatiche e personali; con l’inevitabile stress generato dalla generale confusione, dalla mancanza di un passaggio delle consegne, dalla prolungata impossibilità di operare, nonché dai ritardi con cui si è provveduto alle abilitazioni.

Inaccettabile che ci siano ancora decine di colleghi nella nostra Regione che non abbiano avuto, finora, assegnato un ruolo o che, pur avendo formalmente un’”etichetta”, non abbiano ancora alcun tipo di abilitazione e costretti quindi ad una mortificante inattività. In alcuni casi si attende ancora una qualsiasi forma di presa in carico da parte della loro nuova struttura!? Sarà che gli “inventori” della Disorganizzazione non sappiano esattamente cosa fargli fare?

Viva Garibaldi!!!

Mentre decine di colleghe/i estromessi dalla rete restano forzatamente inoperosi in agenzia i pochi gestori rimasti non riescono a presidiare adeguatamente i clienti. Con la paradossale aggravante che, essendo stata anche soppressa la “squadra volante”, i gestori commerciali si ritrovano a doversi occupare contemporaneamente, sia del proprio “core business” che delle attività di cassa (cambiando postazione). Con la gravissima circostanza di non aver ricevuto la dovuta preventiva formazione. Questo risulta ancor più grave alla luce dei numerosi procedimenti disciplinari che la BNL sta aprendo in tutta Italia nei confronti di diversi Lavoratori, rei di non aver applicato correttamente la normativa aziendale. Come se la mancanza di una corretta formazione fosse una colpa da imputare ai Lavoratori e non all’Azienda!!!

Encomiabile ancora una volta la proattività dei colleghi, che tentano di far fronte alle esigenze della clientela nonostante le ingiustificabili falle dell’organizzazione e delle procedure funzionanti a singhiozzo. Con forza chiediamo che si provveda immediatamente ad erogare, sia ai gestori commerciali che agli ex cassieri, l’imprescindibile formazione indispensabile a poter espletare la piena fungibilità, oggi richiesta dall’azienda, con la necessaria professionalità senza dover incorrere nei rischi penali, patrimoniali e reputazionali che gravano in questo momento sia sui colleghi che sulla nostra azienda. Invitiamo i colleghi al puntuale rispetto delle normative di legge ed aziendali, interessando immediatamente i rappresentanti sindacali aziendali in tutti i casi dubbi. Riterremo, infine, responsabili i vertici aziendali di quanto di grave potrebbe accadere ai colleghi, vittime di quella che viene attualmente recepita come una scellerata disorganizzazione gestita con intollerabile faciloneria.

Scarica il Comunicato Ufficiale