VIGLIOTTI: «IL PRESIDIO È STATO UN SUCCESSO, ADESSO LA BANCA CI ASCOLTI O CI SARÀ UN’ESCALATION!»

“Il presidio è stato un successo di partecipazione e una dimostrazione di compattezza e determinazione da parte delle Organizzazioni Sindacali” dichiara Tommaso Vigliotti, Segretario Responsabile di UNISIN/Confsal per il Gruppo BNL/BNP, commentando il sit-in di protesta di ieri dinanzi alla sede della Direzione Generale BNL di Viale Spinelli, zona Tiburtina a Roma.

“La mobilitazione avviata nelle scorse settimane si è resa necessaria in quanto il management considera una volta di più i propri lavoratori solo come dei numeri da trasferire, demansionare, dequalificare, spesso senza motivi concreti e soprattutto senza che se ne comprenda il vero obiettivo” continua Vigliotti, che evidenzia come tutto ciò “sta creando seri disagi anche alla clientela”

“I lavoratori di BNL sono la principale risorsa della banca, sulla cui professionalità è doveroso investire e puntare, e nonostante questo viene riservato loro un trattamento ingeneroso e mortificante” continua il Segretario Responsabile di UNISIN “e se oggi queste misure colpiscono principalmente la rete commerciale, nel recente passato hanno colpito gli uffici amministrativi e direzionali: proprio per questo motivo, noi tutti, rappresentati sindacali e lavoratori, dobbiamo essere uniti e solidali gli uni con gli altri”.

“Le continue spinte alla vendita e le rincorse al budget superano di gran lunga livelli di sostenibilità”, spiega Vigliotti, “le pressioni commerciali aggravano le già critiche condizioni di lavoro e devono cessare: il lavoro e la dignità dei lavoratori esigono rispetto”.

“Ora la Banca ci ascolti” conclude il Segretario di UNISIN Gruppo BNL, “la prossima settimana incontreremo l’Amministratore Delegato e pretenderemo risposte e misure concrete altrimenti la mobilitazione proseguirà con una inevitabile escalation”.

Scarica il Comunicato Ufficiale