VIGLIOTTI: «L’AD NON CI HA RASSICURATI: ANDREMO AVANTI PER DIFENDERE I COLLEGHI»

LA MOBILITAZIONE CONTINUA

“Non siamo assolutamente soddisfatti, l’Amministratore Delegato non ha assunto impegni concreti ed immediati” afferma Tommaso Vigliotti, Segretario Responsabile UNISIN/Confsal per il Gruppo BNL/BNP.  “Questa riorganizzazione è stata attuata in modo inaccettabile, e il tempo degli affidamenti è finito: i nostri colleghi stanno soffrendo e non resteremo a guardare, l’azione del Sindacato sarà decisa, fino in fondo”.

Le dichiarazioni arrivano al termine di un incontro con l’Amministratore Delegato di BNL per discutere delle gravi criticità emerse in seguito all’ultima riorganizzazione aziendale. “Questa riorganizzazione ha delle ricadute devastanti sulla vita delle persone che con amore e dedizione continuano a prestare la propria opera per il successo della nostra Banca” continua Vigliotti “ed è frustrante doversi trovare a ricordare che molti dei disagi oggi avvertiti avrebbero potuto essere evitati: UNISIN e tutte le Organizzazioni Sindacali avevano sin da subito mosso aspre critiche all’azienda rispetto ai suoi propositi, ma questa ha deciso di procedere, è bene ricordarlo, senza alcuna condivisione da parte nostra”.

“Il presidio dello scorso 6 marzo è stato un grande successo di democrazia e partecipazione, un momento per protestare vibratamente rispetto alle scelte del management” afferma il Segretario Responsabile e aggiunge: “auspicavamo che, dinanzi a tale manifestazione di sdegno, la Banca comprendesse quanto importante sia ascoltare i propri lavoratori, ma l’Amministratore Delegato, seppur riconoscendo le criticità ad oggi emerse a seguito della riorganizzazione e assicurandoci sul futuro, non ha assunto i doverosi impegni necessari a contenere la tensione”.

“L’intesa tra tutte le Organizzazioni Sindacali è forte” conclude Tommaso Vigliotti aggiungendo che “la mobilitazione continua, con ulteriori presidi e un immediato ciclo di assemblee, e UNISIN farà la sua parte in difesa di tutti i lavoratori di BNL”.

Scarica il Comunicato Ufficiale