RIORGANIZZAZIONE 2019: FIRMATI GLI ACCORDI A TUTELA DEI COLLEGHI

La trattativa

Martedì 16 aprile si sono concluse le trattative relative alla procedura di riorganizzazione della BNL comunicata in data 28 marzo 2019 e la fusione per incorporazione di BNL Finance. L’Azienda ha comunicato che nel triennio 2019- 2021 a seguito di riorganizzazioni e automatizzazioni di processi, utilizzo della robotica e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, si produrranno 600 esuberi di personale.

Come Sindacato ci siamo posti l’obbiettivo da un lato di limitare il più possibile l’impatto prodotto dall’utilizzo delle nuove tecnologie e dall’altro di agevolare un indispensabile ricambio generazionale favorendo l’uscita dei colleghi più anziani, contrattando un congruo piano di nuove assunzioni.

Le uscite incentivate

Grazie alle opportunità offerte dalla Legge n.26 del 28 marzo 2019 “Quota 100” e “Opzione Donna” la gestione del personale in esubero verrà affrontata con il ricorso alle uscite esclusivamente volontarie accompagnate da un incentivo. Gli accordi sottoscritti in tema di uscite prevedono:

1. Quota 100, per gli incentivi di uscita, vedi Tabella 1

2. Opzione Donna, per quanto riguarda questa possibilità sarà riconosciuto a seguito della cessazione dal servizio un importo omnicomprensivo pari a 14 mensilità.

3. Premio di tempestività corrispondente ad una mensilità per i colleghi che aderiranno nei tempi stabiliti nell’apposito regolamento di adesione.

4. Assegno di euro 5000, per ogni figlio portatore di handicap e per ogni anno o frazioni di anno, intercorrenti tra la data di cessazione dal sevizio e quella prevista per la maturazione dei requisiti per il diritto ai trattamenti pensionistici AGO.

5. Assistenza Sanitaria, sarà mantenuta la copertura alle stesse condizioni previste per il personale in servizio (dall’anno successivo all’uscita fino al raggiungimento della pensione AGO e per un massimo di 3 anni).

6. Le domande di adesione saranno accolte nel limite di 950, di cui massimo 60 per Opzione Donna. La “Manifestazione irrevocabile di interesse alle dimissioni” e la successiva formalizzazione on-line delle relative dimissioni dovranno essere presentate secondo le modalità operative che verranno indicate con apposita comunicazione sulla intranet aziendale.

7. VAP, viene salvaguardato il pagamento del premio.

Tabella 1 – Incentivi Quota 100

Mesi di anticipo rispetto

alla L. Fornero

N. mensilità incentivo
Fino a 12 mesi 2
Da 12 mesi e un giorno a 24 mesi 6
Da 24 mesi e un giorno a 36 mesi 8
Da 36 mesi e un giorno a 48 mesi 9
Da 48 mesi e un giorno a 56 mesi 11
Oltre 56 mesi e un giorno 14

 

Le nuove assunzioni

Oltre al tema dell’incentivazione, le Organizzazioni Sindacali hanno insistito sulla rilevanza del ricambio generazionale, necessario per attenuare le sofferenze della rete create dalla precedente riorganizzazione. Le assunzioni scaturite dalla trattativa andranno infatti, principalmente nelle Agenzie, nei Poli Direct e nei CRSC.

Gli accordi sottoscritti in tema di assunzioni prevedono:

1. Assunzioni per ricambio generazionale con i criteri di cui alla Tabella 2

2. Le assunzioni previste fino a 800 uscite: il 75% delle stesse verrà effettuato nella rete commerciale della Banca (Agenzie, Poli Direct e CRSC).

3. Le assunzioni previste da 800 a 950 uscite: il 50% delle stesse verrà effettuato nella rete commerciale della Banca (Agenzie, Poli Direct e CRSC).

4. 10 assunzioni entro il 31.12.2019 dei figli di
dipendenti deceduti in servizio.

Tabella 2 – Piano delle nuove assunzioni

Uscite Assunzioni TD Totali Ingressi cumulati
Fino a 400 100 100 100
Da 401 a 500 25 10 35 135
Da 501 a 600 25 10 35 170
Da 601 a 700 25 15 40 210
Da 701 a 800 25 15 40 250
Tot. parziale 200 50* 250  
Da 801 a 850 50 250
Da 851 a 900 50 350
Totale 350     350

 

Incorporazione di BNL Finance

E’ stata definita anche la fusione per incorporazione di BNL Finance in BNL, gli accordi prevedono che:

  • l’operazione avrà effetto dal 01/01/2020;
  • i colleghi passeranno in BNL senza soluzione di continuità;
  • per gli anni 2018 (erogazione 2019) e 2019 (erogazione 2020) verrà riconosciuto ai lavoratori il premio aziendale.

Come Organizzazioni Sindacali riteniamo di aver sostanzialmente centrato gli obbiettivi che ci eravamo posti all’inizio di questa difficile trattativa. Avere individuato strumenti e modalità che assicurano una gestione non traumatica delle ricadute dell’innovazione tecnologica.

 

Avere assicurato ai colleghi che intenderanno lasciare il lavoro un incentivo migliorativo delle prerogative di legge, essersi posti insieme all’azienda l’obbiettivo di un necessario ricambio generazionale attraverso un cospicuo numero di assunzioni e dunque…

 

Avere indotto l’Azienda a prendere coscienza ed intervenire sulle criticità generate dalla precedente riorganizzazione aziendale.

Scarica il Comunicato Ufficiale