COMMISSIONE NAZIONALE POLITICHE COMMERCIALI: ATTIVATA LA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA

Così come convenuto nell’ultima riunione del 17 maggio scorso della Commissione Nazionale sulle Politiche Commerciali, si è provveduto a registrare ed attivare l’apposita casella di posta elettronica certificata per l’attività della segreteria della Commissione Nazionale e utile per le segnalazioni (di cui al punto 3, lettera b del Regolamento del 17 ottobre 2017) da parte dei soggetti legittimati:

commissione.politichecommercialicredito@pec.it

Tali soggetti, così come stabilito nell’Accordo 8 febbraio 2017, sono:

  • le commissioni/organismi bilaterali aziendali/di gruppo (punto 9, comma 6 dell’Accordo);
  • le aziende/le capogruppo, anche tramite i propri referenti individuati nell’ambito della funzione risorse umane/relazioni sindacali (punto 9, comma 10 dell’Accordo);
  • gli organismi sindacali/di gruppo, per il tramite delle rispettive Segreterie Nazionali.

Come concordato in Commissione Nazionale, inoltre, la casella è stata impostata per:

  • ricevere soltanto PEC; tale scelta risponde all’esigenza di identificabilità dei soggetti mittenti, così come previsto dal Regolamento 17 ottobre 2017. Ne consegue che i soggetti segnalanti potranno inviare le proprie segnalazioni alla Commissione Nazionale esclusivamente tramite una propria casella di posta elettronica certificata (PEC).
  • inoltrare automaticamente le PEC in arrivo ad ulteriori due caselle di posta certificata gestite dai due coordinatori (per le OO. SS. il dr. DE FILIPPIS, per ABI il dr. BOTTINO) per il successivo inoltro ai componenti della Commissione Nazionale. Tali caselle “di servizio” sono, per entrambe le Parti, garanzia di trasparenza, circolarità e simultaneità di ricezione delle informazioni che verranno acquisite dai soggetti segnalanti.

L’attivazione della casella costituisce un ulteriore importante passo nell’attuazione dell’Accordo sulle politiche commerciali, la cui efficacia è determinata anche da ciò che si sviluppa nelle varie realtà aziendali/di gruppo sui vari temi in questione; a partire dagli accordi raggiunti (e ancora da raggiungere) sino alle segnalazioni di prassi improprie, rispetto alle quali la Commissione Nazionale rappresenta la destinataria finale, secondo le regole sopra illustrate.

L’attività della Commissione Nazionale proseguirà nel prossimo mese di giugno con il focus sui documenti inoltrati da Aziende/Gruppi ad ABI e relativi ai sistemi incentivanti in vigore e/o disponibili.

Scarica il Comunicato Ufficiale