Votazioni Fondo Pensioni, Cassa Sanitaria e RLS

L’occasione che si presenta è di particolare importanza: la partecipazione dei Lavoratori alle consultazioni elettorali interne è prova della consapevolezza che ognuno di noi nutre circa le vicende che siamo chiamati ad affrontare in BNL.

Unisin è orgogliosa di poter esprimere due candidature in seno al Comitato di Gestione della Cassa Sanitaria: accanto alla consolidata esperienza di Nicolò Di Cristina, abbiamo deciso di proporre una giovane e competente figura, quella di Emanuele Orlando De Santis.

Cogliamo l’occasione per ringraziare Gaetano Innocenti per l’ottimo lavoro svolto e rivolgiamo ai nostri candidati, e ai candidati tutti, un sincero augurio di buon lavoro.


 

Dal 6 al 19 giugno tutti i colleghi iscritti al Fondo e alla Cassa saranno chiamati a votare per l’approvazione dei rispettivi bilanci e per l’elezione dei componenti del Comitato di gestione e del Collegio dei revisori della Cassa Sanitaria.

Mentre nel “Nord Ovest” e nel “Sud” si voterà per la sostituzione di due Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza che non sono più in servizio.

Cassa Sanitaria

La Cassa Sanitaria è caratterizzata da una gestione oculata. In questi tre anni il Comitato di Gestione e il Collegio dei revisori hanno svolto il proprio mandato in continuità con i valori solidali che caratterizzano l’esistenza della Cassa, anche al di là della mera funzione di assistenza sanitaria.

Durante questo mandato in scadenza la polizza è stata rinnovata e rispondendo a molte aspettative, sono state incrementate delle garanzie, come ad esempio, la copertura odontoiatrica nella polizza base per il nucleo familiare, mantenendo invariato il costo per tutto il triennio di valenza della polizza.

Questo rappresenta un risultato in controtendenza rispetto al settore delle polizze sanitarie che registrano un aumento dei costi a parità di garanzie. Inoltre è stata migliorata la comunicazione, sono aumentate le funzionalità del sito, e grazie alla stretta collaborazione con Cassagest, è stata creata un’APP dedicata agli iscritti, attraverso la quale si potranno gestire le richieste di rimborso, prenotare e modificare gli appuntamenti, ed essere aggiornati su informazioni riguardanti la sanità e la salute in generale. Il nuovo Comitato di gestione, che si insedierà dopo il voto, dovrà occuparsi del rinnovo della polizza alla naturale scadenza. Cosi come è stato finora, il rinnovo avverrà tenendo conto delle aspettative degli aderenti, ponendo attenzione ai valori etici e solidaristici che da sempre caratterizzano l’attività della Cassa.

Ringraziamo il Comitato di gestione e il Collegio dei revisori uscenti per l’ottimo lavoro svolto.

La Cassa Sanitaria, insieme al Fondo Pensioni, costituiscono i pilastri del nostro Welfare aziendale, che diventano insostituibili di fronte ad una costante erosione delle disponibilità pubbliche destinate alla tutela della Sanità e della Previdenza.

Invitiamo tutti i colleghi e le colleghe a partecipare compatti al voto per approvare i bilanci ed a votare per i candidati del Comitato di gestione e del Collegio dei revisori della Cassa Sanitaria!

Comitato di gestione: Fabio Armeni, Ketty Bardellini, Emanuele Orando De Santis, Ncolò Di Cristina, Marco Salvatore Fogu, Daniela Untolini Bocci.

 

Collegio dei revisori: Roberto Baldassarre, Sergio Valvano.

Fondo Pensioni

Il 2018 è stato un anno importante e complesso per il nostro Fondo, durante il quale sono stati conseguiti importanti riconoscimenti (miglior Fondo Italiano alla IPE Conference & Awards 2018 di Dublino e nomination nella categoria investimenti ESG – investimenti responsabili e sostenibili) e sono state intraprese nuove iniziative e progettualità.

Il 2018 è stato anche l’anno negativo dei mercati e i Fondi Pensioni, compreso il nostro, ne hanno risentito. Le perdite registrate, che rappresentano la somma algebrica della gestione finanziaria e amministrativa, sono diverse secondo i comparti di riferimento del modello “life cycle” che prevede un tasso di rischiosità decrescente in relazione alla vicinanza della data di pensionamento.

Occorre sottolineare che gli iscritti usciti dal Fondo il 31 dicembre, malgrado la performance negativa, hanno avuto un rendimento superiore a quello previsto: Linea Arrivo +9,55%, le performance dunque, vanno considerate nel lungo periodo che copre l’intera vita lavorativa. Anche nel primo trimestre 2019 si registrano risultati positivi che non solo coprono le perdite del 2018 ma fanno conseguire ulteriori rendimenti.

Nel 2018, in contemporanea alle celebrazioni per il 60° anno del Fondo, è stata definita una piattaforma Ucits Sicav che razionalizza le criticità gestionali dell’attività di investimento, ed è stata realizzata una indagine per meglio comprendere le aspettative degli iscritti sul Fondo.
I risultati registrano un sensibile incremento di soddisfazione, una conoscenza dei meccanismi di funzionamento, e una soddisfazione verso le azioni di comunicazione adottate.

Inoltre è stata formalizzata l’iscrizione al PRI (Principles for Responsible Investiment) con l’adesione alla diffusione degli investimenti sostenibili e responsabili tra gli investitori istituzionali.

In questi anni, il nostro Fondo ha perseguito un costante miglioramento anche in termini di servizi e prestazioni. L’esercizio del voto a cui siamo chiamati non è certo un atto formale, ma è la concreta dimostrazione che il Fondo Pensioni ci appartiene, e attraverso il nostro voto possiamo qualificare il lavoro svolto dal CDA e dai nostri rappresentanti, che hanno dato un segno tangibile sulla possibilità di costruire un futuro pensionistico sereno.

Sostituzione RLS Nord Ovest e Sud

Per effetto del normale invecchiamento della popolazione aziendale due nostri colleghi hanno lasciato vacanti i 2 seggi sopra indicati. Si è quindi deciso, in accordo con la Banca e nell’interesse dei lavoratori, di andare a sfruttare la presente tornata elettorale per avere una sorta di “election day” e quindi sostituire i due colleghi.

In particolare i candidati saranno:

Zona B (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria): Chiara Alessia Bisarello

 

Zona A (Puglia, Campania, Basilicata): Antonio Gambuti

Riteniamo che in un momento di profonda “ristrutturazione del lavorare” in azienda la funzione dei Rappresentanti della sicurezza sui luoghi di lavoro non sia secondaria ad alcuna altra funzione, e quindi in questi territori chiediamo un piccolo sforzo in più con la certezza che per presidiare le ultime “alchimie organizzative” della nostra azienda (vedi le agenzie mono-operatore), serva un corpo di RLS il più possibile presente e preparato.

Scarica il Comunicato Ufficiale