LA SASSATA WEB: L’AGENZIA L’è BELA… – N.4

L’AGENZIA L’è BELA…

di Stella Di Stefano, Alessandro Ripamonti e Veronica Tei


Che lavorare in Agenzia, ormai da anni, sia diventato “punitivo” è noto a tutti, ma possiamo senz’altro affermare che la recente riorganizzazione, partita a fine gennaio, ha contribuito in modo importante a rendere il clima insopportabile.

Ricordiamo infatti che le Agenzie sono ormai ridotte ai MINIMI TERMINI mentre il modello DIRECT, dopo nove mesi ancora non decolla (molte lavorazioni sono ancora in capo alle Agenzie), le procedure sono spesso malfunzionanti, dalla Direzione “calano” numerose iniziative, sempre più pressanti: a Giugno i messaggi inviati direttamente alla Clientela che invitavano a contattare i propri Gestori PA (senza che questi fossero stati avvisati); tassi dei mutui ai minimi storici con conseguenti richieste di surroghe, rinegoziazioni, nuovi mutui; app BNL da scaricare sui telefoni dei Clienti.

A questo aggiungiamo l’elenco (assolutamente non completo!) delle molteplici attività in capo ai Gestori in Agenzia:

  • Riscontro alle richieste dei clienti che si presentano su appuntamento fissati dagli stessi gestori, dai colleghi del Polo, dal Crsc, da altri colleghi e riscontro ai Clienti che si presentano ancora con flusso spontaneo (soprattutto per problematiche di vario genere);
  • Riscontro alle richieste dei Clienti che pervengono via email e via telefono;
  • Riscontro alle email che provengono dai portali;
  • Riscontro alle richieste via email e telefoniche che pervengono dai nostri direttori, o dai colleghi dei vari uffici interni;
  • Lavorazione delle pratiche;
  • Lavorazione delle OC (secondo METODO?!?) e delle varie iniziative;
  • Formazione e aggiornamento sulle normative.

E poi?

Poi ricordiamoci che dobbiamo raggiungere il budget, con tanto di ansie e stress e magari sentendoci dire “se non raggiungi il minter l’agenzia dovrà chiudere per colpa tua!”.

Ad onor del vero qualche “capo creativo” ha pensato di aiutare la Rete a conseguire gli obiettivi. Ma come??

Con le previsioni di vendita!!

Del resto quale altro suggerimento se non quello per il Lavoratore di leggere il futuro e sapere quando riuscirà a concludere positivamente la vendita al Cliente?? Problema risolto!

Poi ricordiamoci che dobbiamo fare l’accoglienza e gestire il flusso spontaneo di Clienti sempre più arrabbiati a causa della disorganizzazione e della mancanza di servizi ormai imperanti.

Ma su questo ultimo punto finalmente c’è chi ci ha fornito la soluzione ottimale!!

Su Echo’net infatti è apparso un interessante video dal  titoli emblematico “Gestione delle emergenze in Agenzia”  dal quale riportiamo alcune frasi:

“molti clienti lamentano il fatto che quando hanno un’emergenza non sempre si sentono accolti o supportati in Agenzia poiché viene detto che devono prendere un appuntamento” (ma dai?? Ma non sarà forse il modello tassativo della Banca per cui i gestori devono lavorare su appuntamento con almeno 7 appuntamenti al giorno??)

“non sempre si riesce ad incastrare il cliente del flusso spontaneo tra un appuntamento e l’altro”  (ma veramente??)

Ed ora udite udite… ecco la soluzione!!!!

“facendoli anche aspettare e trovando uno spazio tra un cliente e l’altro!!!”

Vediamo se abbiamo capito bene: siccome il Gestore non riesce ad infilare un Cliente tra un appuntamento e l’altro e il Cliente si lamenta, la soluzione prospettata è trovare uno spazio tra un cliente e l’altro??????

Ah ecco!

Forse è il caso di planta-rla!!!

Forse il problema è la cronica carenza di organico che affligge la Rete ed il conseguente enorme carico di lavoro sulle spalle dei pochi colleghi rimasti!!

Forse il problema sono le pressioni commerciali che continuano ad asfissiare i lavoratori!

Forse il problema è che un’Azienda dovrebbe farsi delle domande (e poi però darsi le risposte corrette) se le richieste di uscire dalla Rete (soprattutto dal ruolo di PA) si moltiplicano di giorno in giorno.

Forse, il continuare a sottrarre servizi alla Clientela, non è propriamente una strategia vincente!

Forse non è poi così bello lavorare in Rete…

Ci verrebbe da dire… quasi canticchiando che…

l’AGENZIA L’E’ BELA, L’E’ BELA, BASTA AVERE L’AGENDA UN PO’ PIENA, UN PO’ PIENA… CHE TI SCOPPIA LA TESTA… ED IL MINTER FA FESTAAA!