LA SASSATA WEB: TREMILA PER UNO! – N.7

TREMILA PER UNO!

IL PORTO DI GENOVA IN SCIOPERO PER PROTESTARE CONTRO IL LICENZIAMENTO DI UN COLLEGA AVVENUTO “GRAZIE” AL JOBS ACT

di Alberto Forni


Queste sono le notizie che fanno bene a tutto il mondo del Lavoro, che quando le leggi sui giornali, come è capitato a me, le rileggi daccapo per vedere se… hai capito bene.

Un’iniziativa di solidarietà come non se ne vedeva da tempo, che fa ben sperare per il futuro. Uno sciopero che coinvolge 3.000 persone pronte ad incrociare le braccia per il licenziamento di 1 solo di loro. Chapeau!

Il torto di questo lavoratore non è stato una negligenza o una sanzione disciplinare: è semplicemente quello di essere stato assunto ai tempi del Jobs Act e delle sue regole che rendono più facili i licenziamenti anche per meri motivi economici e organizzativi.

E’ il favoloso mondo del Jobs Act e delle sue (finte) “tutele crescenti”, termine fuorviante con il quale il fautore Renzi ha pensato bene di abbellirne i contorni.

A fianco del lavoratore di GNV ci saranno quindi i colleghi, ma anche i camalli, i portuali dei terminal privati, i guardia fuochi, i manovratori ferroviari e gli impiegati: circa 3.000 persone non direttamente coinvolte… per difenderne una sola!

Bellissimo e, permettetemi, anche commovente.

Se lo sciopero del 31 ottobre, indetto dai Sindacati in Assemblea, andrà in porto (scusate il gioco di parole) e il lavoratore verrà reintegrato, non sarà solo un successo sindacale, ma sarà la prova che se si è solidali e uniti si è invincibili!

La sua valenza simbolica è quindi enorme anche sul piano della consapevolezza. Un boato che scuote il silenzio ovattato di un mondo del Lavoro ormai indifferente ai problemi delle persone. Inoltre, cosa non meno importante, si sarà pure tolto un altro mattoncino alla struttura portante del Jobs Act che per quel che mi riguarda va smantellato pezzo dopo pezzo.

Insomma, oggi mi sento incoraggiato: posso tornare a credere che non ci siano battaglie che non si possano vincere, lotte che non si possano affrontare, vertenze che non si possano avviare se si è tutti uniti.

In bocca al lupo cari amici di Genova, oggi siete voi la nostra forza!