LA SASSATA WEB: COUP DE THEATRE – N.15

COUP DE THEATRE

di Veronica Tei


Siamo attori, consulenti o piazzisti?

È passato ormai un anno dall’ultima riorganizzazione e in Rete, a stento, si galleggia.

Tutti sanno ormai quanto è difficile sopravvivere in Agenzia, ma per chi lavora in Rete è quasi impossibile candidarsi ad altro.

Immaginiamo di essere a teatro.

La scena sullo sfondo da mesi è sempre la stessa: piovono a dirotto richieste di mutui acquisti, surroghe, rinegoziazioni, e sopra la testa (senza alcun ombrello!) si sovrappongono nuvole o nuvoloni di altro tipo. In questo ultimo mese, quasi all’improvviso, il cielo delle Agenzie è stato invaso da nuvole grigie di kyc per i Clienti titolari di solo mutuo, portafogliati al Direct che ricevono una lettera quasi minatoria dalla Banca di chiusura di tutti i rapporti (quali?) e che si presentano allarmati (dove?) in Agenzia spontaneamente o tramite appuntamento fissato dal CRSC.

Evviva le flash news che avvisano che la kyc si può fare online o telefonicamente! È un momento di gioia, ma dura proprio solo un attimo, perché il flusso di clienti è comunque inarrestabile.

I mesi precedenti erano nuvoloni di clienti che si presentavano per l’app.

E si potrebbe continuare così a ritroso per un intero anno…

Domandiamo allora al nostro illuminato e lungimirante management” di aiutarci, di cambiare la scena: la Rete è sottodimensionata, caratterizzata da una grave carenza di organico, e il lavoro continua a essere tanto, la tecnologia non funziona e i clienti per qualsiasi necessità/problema si presentano in Agenzia.

E allora… colpo di scena!

Ecco che il Direttore artistico prende in mano la situazione e propone questo cambio: nascondere tutte le pratiche in un armadio, anche perché le priorità sono altre (e forse non sono ancora ben chiare, nonostante l’età media degli attori in Rete tenda ad essere alta).

Occorre seguire il copione, ovvero lavorare con metodo, lavorare le OC, fare ogni giorno qualche polizza. Bisogna poi raccogliere i numeri di targa e stare ben attenti a cosa si aggiunge sullo sfondo; aprire solo i conti powered o i full e non i conti smart: non importa se la Banca pubblicizza tutte e tre le tipologie di conto e se la Banca stessa, come da flash news, ricontatta i Clienti per verificare che siano state date loro tutte le informazioni.

Attenti bene cari attori!

Altro colpo di scena: bisogna fingere di non vedere il cielo grigio o il problema, perché l’altra soluzione del Direttore artistico, non è l’incremento del numero degli “attori”, come dovrebbe essere, bensì far ricoprire ai pochi e stressati Lavoratori della Rete, ancora più ruoli!

Invitiamo tutti i Direttori Artistici a fermarsi per un periodo più lungo nelle Agenzie: i DAG, i Gestori, i Consulenti Daily e tutti i Lavoratori della Rete li accoglieranno “a braccia aperte” e divideranno volentieri il loro nutrito portafoglio clienti.

Questo sì che sarebbe un bel coup de theatre!