EMERGENZA CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTO SITUAZIONE BNL

Si è svolto oggi il confronto tra i Coordinatori delle scriventi Organizzazioni Sindacali e i responsabili delle Relazioni Industriali sul tema COVID-19.

L’azienda ha illustrato le iniziative messe in campo sostanzialmente per dare attuazione alle disposizioni delle autorità sanitarie e governative, che rappresentano un riferimento obbligatorio per ogni genere di iniziativa.

Particolare attenzione è stata richiamata da parte di tutti gli intervenuti alle esigenze delle colleghe e dei colleghi residenti nelle aree di maggiore esposizione. A loro va la solidarietà e la vicinanza di tutta la comunità aziendale. Di seguito i principali elementi di informativa.

L’Unità di crisi si riunisce tutti i giorni allo scopo di dare attuazione alle disposizioni delle autorità sanitarie e alle indicazioni di settore. Quindi il lavoro è quello di dare piena attuazione a quanto previsto dai rispettivi protocolli.

Smart Working

  • Veneto e Lombardia, nelle regioni sarà consentito ai colleghi la prosecuzione del lavoro in modalità Flexible fino a venerdì. Per i colleghi che, avendone la possibilità tecnica, vorranno aderire sarà predisposta una comunicazione che renderà possibile l’adesione tramite comunicazioni via email.
  • Roma, per consentire l’utilizzo delle utenze VPN alle regioni interessate verrà chiesto ai colleghi delle dipendenze di Roma di limitare il ricorso allo Smart working, successivamente nel corso del fine settimana verranno incrementate le utenze VPN complessive per consentire a tutti di operare.
  • Flexible working, per il momento le misure di “facilitazione” riguarderanno solo Veneto e Lombardia. Per tutte le altre regioni nulla cambia.

Misure preventive

  • Guanti e mascherine, non sono previste forniture. Il comitato medico ha bocciato l’iniziativa, sembra anzi che le aziende di credito che hanno preso tale provvedimento siamo state richiamate dalle autorità. Comunque al momento tale misura non è contemplata da BNL.
  • Disinfezione luoghi di lavoro, è iniziata l’opera di pulizie approfondite e disinfezione dei grandi stabili che proseguirà anche nelle agenzie e filiali a partire dal nord, è prevista la fornitura di dispenser con disinfettante.

Misure organizzative

  • Missioni e trasferte, bloccate le missioni all’estero e le trasferte da e per Milano.
  • Chiusura sportelli, non è prevista fuori dalle zone rosse.
  • Chiusure pomeridiane, si sta analizzando con il Retail la possibilità, come già attuata in altre aziende, ma la misura non sembra al momento di interesse.
  • Permessi retribuiti, sono automatici solo per colleghi nelle zone rosse.

Salute

  • Gravi patologie e situazioni sensibili, i colleghi interessati potranno presentare richiesta ai propri responsabili e saranno trattati caso per caso.
  • Sintomi influenzali, i colleghi in condizioni fisiche alterate, febbre, tosse, ecc. sono invitati a restare a casa.
  • Pavia e Palermo, la situazione è sotto stretta osservazione, nel senso che in entrambi i casi si stanno seguendo le disposizioni delle autorità.

Scarica il Comunicato Ufficiale