Roma Rete: Cecità

“Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, ciechi, che pur vedendo, non vedono”. (J.Saramago)

Sicuramente ci deve essere qualcuno che non si rende ancora conto di quello che stiamo vivendo nel nostro Paese, troppo preso dai file di report sui prestiti, estrazione AVA, erogazioni Mutui.

Forse non ha nemmeno una tv, non ha visto i camion militari caricare bare da portare alla cremazione, medici e infermieri stremati che supplicano di restare a casa. No, la produzione deve andare avanti, a tutti i costi, e allora si continuano ad inviare mail: i destinatari? I Nostri Lavoratori della Rete Commerciale, tutti quelli che continuano a garantire i servizi essenziali alla comunità, immersi in una situazione di guerra pandemica che non ci saremmo mai immaginati di dover vivere…

Sono proprio quelle donne e quegli uomini che hanno bisogno di tutto il nostro supporto, del sostegno di tutta la struttura organizzativa, e del RISPETTO dei clienti e dei colleghi.

NON POSSIAMO ACCETTARE DI VEDERE ANCORA MAIL VERGOGNOSE DAI TONI INAMMISSIBILI SEMPRE, MENO CHE MAI IN QUESTO MOMENTO.

Sicuramente, quando sara’ tutto finito, saremo persone diverse, stiamo già cambiando, e forse anche il modo di lavorare sarà ridisegnato.

Possiamo però azzardare una previsione: NON AVREMO BISOGNO DI MANAGER COME QUESTI !!

cecità