ROMA TIBURTINA: COVID-19 ORIZZONTE EUROPA

In seguito alla comunicazione da parte della Banca del verificarsi di un caso di positività di un collega di Orizzonte Europa – Roma al virus Covid-19, le Rappresentanze Sindacali della Direzione Generale hanno avuto una riunione in call con Relazioni Industriali, che ci ha informato di quanto segue:

Il collega, in smart working dall’11marzo u.s., dopo qualche giorno ha cominciato ad avere sintomi influenzali e a seguito del monitoraggio messo in atto dal S.S.N., lo scorso 25 marzo è stato dichiarato positivo al virus COVID-19

La banca ha quindi attivato il protocollo che prevede:

  • – “mappatura” dei contatti con altre persone: i colleghi identificati sono 7, che sono stati a loro volta messi in quarantena e monitorati, nessuno ha alcun sintomo.
  • – immediata sanificazione di tutto il 1° piano dello stabile, seguendo il protocollo previsto da circolare del Ministero della Salute, disinfettando sia le suppellettili che l’ambiente (pareti e pavimento). Essendo oramai passato il periodo di incubazione del virus e avendo chiuso praticamente quasi tutte le parti comuni non è stato ritenuto necessario sanificare altre zone.

Le RSA- DG a nome di tutti i colleghi di Direzione, che in questa situazione di crisi sono nella condizione di utilizzare in modo massivo lo smart working, vogliono esprimere, senza retorica, un grazie a tutti i colleghi della Rete che giornalmente affrontano il rischio del contagio, con le proprie più che legittime paure, e con rischi che non rientrano nelle loro mansioni.

Cogliamo l’occasione per rivolgere un particolare pensiero alla collega Valeria, della filiale di Brescia, che è venuta a mancare il 25 marzo u.s e ai suoi familiari colpiti dalla perdita della loro cara. R.I. ci ha infine informato che, in concomitanza con le consuete e normate attività di pianificazione ferie anno in corso, l’azienda sta procedendo alla contemporanea e prioritaria richiesta di fruizione di ferie e banca ore degli anni precedenti da effettuarsi a partire dai prossimi giorni, tenendo conto delle esigenze operative delle strutture.

La RSA DG ha al proposito sollecitato R.I. ad emettere una comunicazione che faccia chiarezza sulla tipologia di spettanze pregresse da considerare in questo piano di recupero straordinario (a noi chiaramente indicate e riportate sopra) e i tempi attesi per la loro fruizione, fermando sul nascere l’iniziativa del cosiddetto “middle management” la cui fantasia e creatività in questi casi non ha limite alcuno, purtroppo sempre a scapito dei colleghi.

Scarica il Comunicato Ufficiale