CALABRIA E SICILIA: VERGOGNA E INCREDULITÀ

“In tempo di crisi, i saggi fanno ponti e gli stolti indisponenti innalzano barriere”

Le Organizzazioni Sindacali BNL di tutte le piazze della Regione Calabria e Sicilia hanno denunciato in modo chiaro ed univoco, attraverso una lunga serie di comunicati, la forte ripresa delle pressioni commerciali e il pesante clima aziendale che si respira in tutte le agenzie.

Non credevamo davvero, o, forse, ancora meglio, non ci sembrava possibile che, in un momento così triste e difficile, ci saremmo dovuti preoccupare della recrudescenza di un fenomeno, le Pressioni Commerciali, che ritenevamo, soprattutto in questo periodo, lontano dalle dinamiche aziendali.

Si è addirittura arrivati, oltre ai soliti files excel ed alle ridicole classifiche, ad un monitoraggio intraday caratterizzato da molteplici sollecitazioni e rimbrotti, ad horas, da parte dei capetti di turno, i quali, negli ultimi giorni e in pieno delirio di onnipotenza, sono addirittura arrivati a voler vietare l’utilizzo, normato dalla banca, dello smart working.

L’apoteosi è stata raggiunta dal Direttore Regionale Calabria e Sicilia, il quale, dal suo comodo e ben distante divano casalingo, ha disposto che tutte le colleghe e tutti i colleghi che ricoprono ruoli commerciali “debbano”comunicare, quotidianamente, oltre al “venduto” della giornata, anche l’elenco degli appuntamenti previsti per il giorno successivo con la precisazione, per ogni singolo cliente, degli importi delle vendite previste.

Si tratta di una prassi vergognosa e inaccettabile non nuova allo stile dell’attuale Direttore Regionale Calabria e Sicilia e che viola palesemente quanto previsto dalla L.300/70 (c.d. Statuto dei Lavoratori), sull’attività lavorativa dei colleghi.

Dunque, al Direttore Regionale e ai Direttori Gruppo Filiali desideriamo ricordare che la Circolare BNL n. 80 del 4/4/2012 riconosce nel “Mongior” l’unico strumento atto a rilevare i dati di produzione della Filiale:

“III – B Attività’ di monitoraggio dei risultati commerciali

Le attività di monitoraggio dei risultati commerciali si basano esclusivamente sui dati ufficiali elaborati dalla Struttura Pianificazione e Monitoraggio Commerciale della DRP – Rete Retail e dal Controllo di Gestione della Direzione Territoriale; non dovranno pertanto essere acquisiti dati direttamente dai Gestori o dai Direttori di Agenzia ad esempio per mail, telefono o altri mezzi, salvo su specifica autorizzazione della Divisione Retail e Private.”

Inoltre, questa ed altre attività, sono ben definite anche all’interno del Protocollo in tema di Politiche Commerciali siglato tra BNL e le Delegazioni Sindacali il 22/12/2016.

Invitiamo pertanto le Colleghe ed i Colleghi a dedicarsi con la consueta professionalità alle loro attività commerciali previste dal modello di servizio e, soprattutto, a denunciare qualsiasi pressione o minaccia finalizzata ad ottenere report relativi al consuntivo di quanto prodotto e ai presunti dati di produzione futura.

Ci preme evidenziare e segnalare al lontano e distratto Direttore Regionale che le Donne e gli Uomini delle nostre realtà lavorative, nonostante la profonda crisi economica del territorio, si sono sempre distinti per competenza e professionalità e hanno permesso alla nostra Regione di raggiungere sempre ragguardevoli traguardi.

Tenuto conto di quanto sta avvenendo respingiamo questi atteggiamenti offensivi e desideriamo ribadire che il Sindacato non permetterà che siffatti comportamenti, specie in un momento come quello attuale, siano ulteriormente replicati.

Chiediamo, pertanto, che cessi immediatamente qualsiasi attività di impropria pressione e, invece, si pensi a dare concreta e tangibile assistenza a tutte le lavoratrici e i lavoratori, diversamente saremo costretti a porre in essere tutte le azioni indispensabili a tutelare il “vero patrimonio della banca” anche attraverso iniziative importanti che coinvolgano gli organi di stampa.

In conclusione, a tutte le colleghe e i colleghi assicuriamo la vicinanza e la vigile presenza UNITARIA delle OO.SS. della Regione; certamente non spetta a noi dare consigli sulla gestione dell’azienda ma ci sentiamo di dare un consiglio di “vita”, scomodando il grande Albert Einstein il quale, saggiamente, affermò: “la follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi…”

Certamente non ci fermeremo!!!

Scarica Comunicato Ufficiale