Busta paga di Luglio: VAP, Credito Welfare e Extra Standard

Nel mese di luglio verranno riconosciuti gli importi relativi al Vap e si potrà effettuare la scelta della fruizione del “credito welfare”.


Criteri di accesso a VAP e Credito Welfare:
·Per i dipendenti part-time nell’anno di riferimento ovvero con rapporto di lavoro a termine o temporaneo il premio viene erogato proporzionalmente (in presenza della costanza di rapporto al momento dell’erogazione);
·Nel caso di assenza dal servizio nell’anno precedente a quello di erogazione ad esclusione dei periodi di astensione obbligatoria dal servizio per gravidanza o puerperio, il premio aziendale viene proporzionalmente ridotto di tanti dodicesimi quanti sono i mesi interi di assenza;
·Nel caso di assenza retribuita, la riduzione di cui sopra non si applica se l’assenza non supera i tre mesi; in caso di assenza superiore la riduzione non si applica per i primi tre mesi, salvo che l’assenza duri un intero anno e comunque, non si applica per i periodi di assenza per ferie;
·Le valutazioni (Dialogo e About Me) dei due anni precedenti l’erogazione del premio non devono essere “negative” (livello più basso) – e questa rimane una misura di maggior favore anche rispetto al nuovo CCNL dove basta solo che l’ultima valutazione sia negativa per non ricevere gli importi.


VAP:

A meno di scelte diverse da parte degli interessati, verrà erogato un premio in busta paga uguale per tutte le lavoratrici e i lavoratori di 500 euro, sulle quali chi percepisce un reddito inferiore agli 80.000€ usufruirà della tassazione agevolata del 10% e non dell’applicazione dell’aliquota marginale. Chi ha redditi 2019 superiori a 80.000 € potrà convertire tutto o parte del VAP in Credito Welfare (istruzioni su Echo’net).

L’accordo su questa erogazione era quadriennale ed è scaduto (2016-2019 erogazione 2017-2020). Quella di luglio 2020 rimane l’ultima ottemperanza dell’accordo del 22 dicembre 2016.

Le organizzazioni sindacali sono già impegnate a tutelare il premio, fortemente in discussione nel settore del credito e già eliminato in altre realtà creditizie, puntando ad un altro accordo pluriennale.

CREDITO WELFARE:

La forma di Benefit non legata agli indici di bilancio e stabilita dagli accordi del 22/12/2016. Di fianco la tabella con gli importi. Il Credito residuo a fine finestra di utilizzo verrà destinato al Fondo Pensioni del Gruppo BNL.

EXTRA STANDARD:

Per gli aventi diritto (i colleghi assunti prima del 1999), nel mese di giugno verrà erogato l’importo del cosiddetto extra standard che deriva dalla riforma della retribuzione del settore operata nel 1999. La trattativa sindacale ha consentito il mantenimento di questa voce di retribuzione (identificabile nella busta paga sotto la voce “assegno ad personam ante 1.11.1999”) che altrimenti sarebbe stata eliminata.

Ricordiamo a tutti che a breve si voterà per Cassa & Fondo, non facciamo mancare l’apporto ai 2 istituti.

Scarica il Comunicato Ufficiale