INFORMATIVA GIORNATE DI SOLIDARIETA’

E’ imminente, per BNL, il ricorso alle prestazioni del Fondo di Solidarietà: si riproporranno, dunque, le giornate di solidarietà, che però saranno sostanzialmente diverse da quelle già utilizzate nel 2017/2018 seguenti al piano industriale siglato nel dicembre 2016.

Di seguito, alcune informazioni per chiarire il funzionamento di queste giornate e la differenza con quelle del 2017/2018.

Come noto, innanzitutto, il settore del credito non può accedere alla cassa integrazione e, per questo motivo, da tempo esiste il Fondo di Solidarietà del credito.

In occasione dell’ultimo piano industriale, tali giornate erano parzialmente retribuite ed erano a carico del Fondo di Solidarietà di settore.

Quelle che invece dovremo fare nell’arco temporale 8/6 – 7/8 sono interamente retribuite, in parte a carico del Fondo (la normativa emergenziale prevede anche, eventualmente, attraverso il ricorso ai fondi stanziati dal Governo in occasione di questa pandemia, ma questa ipotesi non dovrebbe riguardare BNL), in parte a carico della Banca.

Queste giornate, dunque, saranno retribuite al 100% (60% a carico del Fondo di Solidarietà e 40% a carico della Banca).

Non si subiscono effetti negativi per le nostre retribuzioni ad alcun fine (imponibile fiscale, contribuzione previdenziale, previdenza complementare, assistenza sanitaria integrativa, maturazione delle ferie, etc.).

Bisognerà fare attenzione alla modalità di utilizzo delle giornate di solidarietà: se fruite in via continuativa, eventuali sabati e domenica si computano tra le giornate fruite.

Ad es.: se prendo venerdì e lunedì di solidarietà, mi si computano 4 giornate.

Se si fruiscono in coincidenza di ex festività (per il 2020, nel periodo interessato, sono ex festività l’11 giugno ed il 29 giugno) potrebbero dar luogo alla riduzione dei relativi permessi per festività soppresse.

Sulla materia la Banca dovrà provvedere a breve ad idonea informazione.

Come sempre vi terremo informati!