Puglia, Molise e Abruzzo: Incontro tra Sindacati e Azienda

In data 16 luglio si è tenuto l’incontro periodico tra Banca e le OO.SS. dell’Area Puglia Molise Abruzzo.

In questa occasione l’Azienda ha fornito la situazione degli organici della Regione al 31/12/2019 di cui riportiamo un breve e sintetico resoconto:

Totale 26 assunzioni, di cui 12 in Abruzzo, 2 in Molise e 12 in Puglia.

Totale 72 cessazioni così suddivise: 26 in Abruzzo, 4 in Molise e 42 in Puglia.

I trasferimenti d’ufficio sono stati 53 mentre gli avvicendamenti in DG sono pari a 8, in rete sono stati 48.

I pendolarismi attivi sono stati in tutto 217.

Per i Segretari del Coordinamento Territoriale è stata una valida occasione per evidenziare la realtà che si è venuta a creare in questo periodo in BNL: una notevole carenza di personale, soprattutto nella Rete, dove alle uscite dovute a quota 100 con rapporto di sostituzione 1:2, si sono sommati i pensionamenti previsti dall’attuale legge Fornero e non ultimo la necessità di dover usufruire della maggior parte dei giorni di ferie e delle giornate di solidarietà Covid 19 in un arco temporale ristrettissimo.

Tutto questo sta generando un fortissimo stress nei colleghi in servizio ed un peggioramento della qualità del servizio erogato alla clientela.

Purtroppo, le poche assunzioni dei lavoratori stagionali (esattamente 8 per la nostra Area) non sono assolutamente adeguate a bilanciare l’enorme mole di lavoro esistente.

Ad esasperare il clima negativo che viviamo continuano senza tregua le pressioni commerciali.

Infine, giusto per gradire, si è ritenuto opportuno eliminare l’obbligatorietà di fissare gli appuntamenti per recarsi in Agenzia (quindi, con l’ulteriore difficoltà per i Colleghi di dover gestire il flusso spontaneo ed i Clienti con appuntamento).

Sinceramente, risulta veramente difficile potersi ritenere soddisfatti dell’attuale situazione. Pertanto, le scriventi OO.SS. continueranno costantemente a farsi portavoce di tutte le criticità evidenziate dai Colleghi ed a denunciare l’inosservanza delle regole.

Scarica il Comunicato Ufficiale