LA SASSATA WEB: Ricetta su come mettere in difficoltà un Ufficio modello dell’APAC Flussi Internazionali – N.20

Ricetta su come mettere in difficoltà un Ufficio modello dell’APAC Flussi Internazionali

di Alberto Forni


Ingredienti:

– Un UP di circa 20 lavoratori
– Uno o più manager con alto tasso di creatività
– Un periodo di emergenza nazionale (ad esempio Covid)
– 80% di ferie da fare entro fine ottobre
– 6 giornate di solidarietà da fruire entro i primi di agosto
– 3/4 dei lavoratori dell’Ufficio in esubero, incentivati ad andare in pensione

Prendi una lavorazione delicata e complessa come quella dell’apertura dei conti speciali per il finanziamento del cosiddetto “denaro caldo”, svolta fino a ieri dai gestori Corporate di tutta Italia, e decidi di spostarla al PAC.

Prendi poi un UP di circa 20 persone in cui ben 3 di loro, esperti, sono appena andati in pensione contemporaneamente, scegli il mese di luglio per mettere in azione il tuo piano (anzi fine luglio per essere più sicuri del risultato) scegli un periodo storico particolarmente complicato come quello che stiamo vivendo del COVID, con un quarto scarso dei lavoratori presente in ufficio una settimana sì e una no, decidi di trasferire l’attività nel momento critico delle ferie e delle 6 giornate di solidarietà da farsi entro i primi di agosto, trova le sostituzioni dei 3 colleghi pensionati dopo che sono andati in pensione (non prima, per essere più sicuri del risultato) con alcuni lavoratori non formati o che lavorano come Gpac Italia e che devono ancora imparare il lavoro. Lavoro che tra l’altro non è conosciuto neanche da chi è esperto di finanziamenti sull’estero in quanto… non ha affinità con l’estero e non ci si spiega perché passi dal Corporate all’Apac flussi internazionali. Un lavoro delicato che va poi spiegato ai responsabili a distanza, al telefono, senza alcun affiancamento, per poi essere demoltiplicato, sempre al telefono, a chi si occuperà di svolgerlo.

Se si seguiranno attentamente tutti questi suggerimenti, avrete ottenuto sicuramente l’ottimo risultato di mettere in ginocchio quello che era considerato un Ufficio modello come l’UP finimport/antexport, che stava tra l’altro piano piano superando, almeno nelle intenzioni, le conseguenze di altre recenti disorganizzazioni create da responsabili altrettanto creative che invece di efficientare, defficientavano…

Al momento il trasferimento graduale della lavorazione è stata bloccata/rinviata per gli ultimi centri Corporate che dovevano trasferirla: strano, vien da dire, vuoi dire che ci siano state delle difficoltà?4

Quand’è che la Banca capirà l’utilità, anche in termini di coinvolgimento delle persone, di sentire il parere di chi ci lavora (e del Sindacato!) prima di dare il via a scelte così ottuse e inspiegabili? È gratis… e forse forse vuoi vedere che ti viene in mente qualche piccolo particolare che ti era sfuggito?

Seguitemi prossimamente per altre squisite ricette!