Catania: la Solitudine del Bancario

Ancora una volta la banda del buco ha tentato di colpire la ns Succursale 5 di Catania. Il furto con scasso è stato sventato per puro caso per la sfortuna dei malviventi. La Questura di Catania ha informato la banca dell’accaduto, ovvero il tentativo di penetrare nei locali dell’Agenzia da un foro già preparato nel pavimento dell’appartamento sovrastante la ns dipendenza, al momento disabitato. Non è la prima volta che questa Succursale viene presa di mira. Anche se i tentativi falliscono… la paura dei colleghi rimane. Senza dimenticare che qualche collega in passato non solo ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari ma anche quelle dei psicologi per superare le conseguenze del trauma subito.

Con l’occasione evidenziamo che questa realtà, come in tante altre nella nostra regione, è stata presidiata dalla presenza di una sola risorsa. Circostanza non più eccezionale, ma che è ormai diventata l’abituale “modus operandi”. L’unico collega, al di là del suo ruolo teorico, deve presidiare tutti gli aspetti di assistenza della clientela .. in totale improvvisazione, da vero “ONE MAN BAND”. Naturalmente le circostanze eccezionali, non lo esimono dal mancato raggiungimento degli obiettivi del suo ruolo specifico che è impossibilitato a svolgere.

Come abbiamo detto questa situazione si presenta analoga in diverse dipendenze per l’effetto dell’insufficienza degli organici, determinata dalle riorganizzazioni degli ultimi anni e dei tanti pensionamenti, non adeguatamente compensate dalle nuove assunzioni previste dagli accordi.

CHIEDIAMO UN INCONTRO URGENTE CON LA BANCA SUGLI ORGANICI, SULLE ASSUNZIONI E SUI CARICHI DI LAVORO.

Scarica il Comunicato Ufficiale