DIREZIONE GENERALE: NON C’è PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE

INCOMPRENSIBILE

Con la comunicazione del 23/10 (pubblicata come di consueto alla fine della giornata di lavoro) l’Azienda ha reintrodotto il Flexible Working al 66% per i colleghi di Orizzonte Europa. Con questa decisione, sollecitata più volte dalle scriventi OO.SS. e dai dati epidemiologici, l’Azienda attiva un protocollo di tutela della salute per i propri dipendenti.

MA NON PER TUTTI!!!

Con sgomento e preoccupazione centinaia di colleghi di Orizzonte Europa sono chiamati a svolgere FW al 50% assumendosi un rischio maggiore in nome di una operatività che fino al 21/9, e ancor prima in pieno lockdown, è stata garantita e sostenuta con grande senso di responsabilità dai lavoratori e che è testimoniata oltre che dall’evidenza dei fatti (nessun calo di produttività, anzi) anche dalle stesse ammissioni e comunicazioni dei manager Responsabili delle filiere di business.

Questa scelta, incomprensibile, pericolosa e per noi irresponsabile e immotivata , sta generando tensioni e stress in misura preoccupante, oltre a dividere anche i lavoratori di Orizzonte Europa e della DG in generale , in lavoratori di serie A e lavoratori di serie B (a questo proposito riteniamo doveroso un pensiero per i colleghi della Rete e delle Agenzie, cui va tutta la nostra solidarietà e comprensione, non potendo gli stessi godere delle stesse possibilità di FW offerte alla Direzione Generale). Non riusciamo a comprendere come l’andamento della pandemia, oramai entrato nel nostro palazzo con almeno 1-2 casi al giorno, non spinga l’Azienda ad assumere una scelta univoca che tuteli i lavoratori tutti nello stesso modo evitando di pensare che il rischio è solo figlio di comportamenti esterni al palazzo o di qualche aperitivo, circostanza peraltro tutta da dimostrare: a questo proposito troviamo vergognose e offensive certe affermazioni, figlie di una arroganza e sicumera senza pari, quasi che i colleghi fossero degli scolaretti indisciplinati e non madri e padri di famiglia, costretti da una dirigenza cieca e sorda ad ogni appello a recarsi in ufficio, affollando metropolitane, autobus e treni, solo per compiacere qualche
manager assetato di potere e/o di protagonismo.

Ancora più incomprensibile che, su un tema così grave e importante, si deleghi ai singoli manager, senza alcuna competenza sanitaria, la scelta su quale rischio alla salute debbano sostenere in primis loro e di conseguenza tutti i colleghi coinvolti… assurdo e pericoloso!

Invitiamo l’Azienda a rivedere la propria posizione, autorizzando per tutti i colleghi di Orizzonte Europa, il FW al 66% in nome del principio universale della tutela della salute.

Scarica il Comunicato Ufficiale