Basilicata e Campania: PROFITTO E CASTIGO… #ROSSIDIVERGOGNA

È ormai chiaro che, costi quel che costi, i colleghi della rete devono essere sempre presenti!

Questa volta, nonostante il chiaro invito del Governo ad ogni datore di lavoro ad attuare nelle più ampie percentuali il flexibile working in ogni realtà aziendale, il Comitato di Sicurezza della Banca non ha ritenuto opportuno ripetere le medesime modalità attuate nel lockdown primaverile.

Lo smart working nella rete continua ad essere previsto per un giorno al mese, salvo generose concessioni dei responsabili risorse umane di intese con i direttori di agenzia, con addirittura il paradosso di richiamare in servizio gli immunodepressi che erano in flexi fino al 30 settembre!

I dati parlano chiaro, su 183 colleghi positivi al Covid , 100 sono nella rete agenzie, con i casi che si sono moltiplicati negli ultimi giorni anche nella nostra Regione.

  • Abbiamo chiesto flessibilità.
  • Abbiamo chiesto di ripristinare gli ingressi solo su appuntamento;
  • Abbiamo chiesto la lista delle operazioni essenziali.
  • Nessuna risposta dai piani alti di Tiburtina…

Questo atteggiamento è, a dir poco, oltraggioso nei confronti di quelli che hanno mandato avanti “la baracca” in piena pandemia, segno evidente che la coperta è corta, che è quello che le scriventi OO.SS. denunciano ormai da anni.

In più oltre al danno “Covid” si aggiunge la beffa della pressioni commerciali oltre che amministrative, con report giornalieri persino sulle Kyc e sui fidi da rinnovare, sempre più assillanti e quanto mai fuori luogo in questo periodo.

Questo atteggiamento deve cambiare! Quello che resta del senso di appartenenza e di attaccamento al lavoro è agli sgoccioli.

Vogliamo arrivare al “si salvi chi può “? Dobbiamo chiudere tutto per Covid ? Speriamo vivamente di no!

Chiediamo pertanto un forte impegno anche da parte della Direzione Regionale ad intervenire in Direzione Generale per affrontare tutte le criticità da noi denunciate e segnalate in questi mesi!

Scarica il Comunicato Ufficiale