Non ci fermiamo: ancora tantissima solidarietà per E. S.

Per quanto complicata e profondamente triste, l’assurda vicenda del licenziamento del collega E. S. sta dimostrando quanto la comunità dei lavoratori sappia ancora essere solidale e coesa.

Non si contano i messaggi che ancora stiamo ricevendo e pubblicando nella sezione dedicata a questi pensieri: c’è solidarietà, appunto, ma anche tanta rabbia, sdegno, incredulità. Cominciano ad arrivare persino alcune testimonianze da parte della clientela, come questa riportata in basso. Ci colpisce come questo messaggio ci arrivi nonostante non abbiamo ancora informato i clienti di quanto accaduto.

Continueremo ad alzare il tiro, incoraggiati peraltro dal successo riscosso da alcuni nostri interventi sulla stampa, ed andremo avanti: come sempre, come Unisin Gruppo BNL.

Conosco E.S. da più di 20 anni.

Sempre nella stessa agenzia, sempre la stessa filiale mentre tutti ruotavano, ci sarà stato un motivo e sicuramente, non credo perché sia stato raccomandato anzi.

Una persona umile, lavoratrice e sempre disponibile con tutti, colleghi e clienti.

Un punto di riferimento per tutti.

Personalmente non l’ho mai visto arrabbiarsi con nessuno anzi, cercava sempre di fare da collante fra tutti. Non guardava l’orologio mentre lavorava per vedere quando doveva chiudere. Forse sta pagando proprio queste sue qualità, la sua totale disponibilità e professionalità che faceva fare bella figura anche alla banca. Cercava sempre di risolvere i problemi senza cercare di scaricarli sugli altri.

Un lavoratore onesto e responsabile, innamorato del suo lavoro.

Solo chi non fa nulla non sbaglia, e chi conosce E.S. sa che questo non faceva parte del suo dna.

È vero che può aver sbagliato nel non aver svolto alla lettera il protocollo, ma bastava stare un ora in filiale per vedere quante cose faceva nello stesso momento. Se al posto di due ladri in quel frangente ci fossero state due persone oneste, non saremmo qui a parlane perché nulla sarebbe successo. 

Sono un cliente BNL Agenzia 6 di via Turati a Milano da almeno 20 anni e dipendente della Polizia di Stato. – F. M.