LA SASSATA WEB: CI SCRIVE BABBO NATALE – N.32

Ci scrive Babbo Natale

di Joseph Fremder


Ciao, sono Babbo Natale (père Noel in francese), ti volevo ringraziare molto per la lettera che mi hai inviato come d’altronde sei solito fare tutti gli anni, solo che ci deve essere stata un po’ di confusione perché leggo testualmente che mi vorresti licenziare essendo venuto meno il “rapporto di fiducia” non avendo il sottoscritto ottemperato perfettamente alle regole da te disposte per una corretta consegna dei regali.

Io volevo innanzitutto scusarmi proprio con te perché sai benissimo che può capitare a chiunque nella foga della consegna dei pacchi dal Polo Nord al Polo Sud e da un continente all’altro per di più quest’anno cercando di mantenere anche le distanze, di non eseguire i tuoi ordini alla perfezione.

Mi sembra però esagerato rompere il rapporto di fiducia e lasciarmi in mezzo alla strada solo perché dalla slitta sono spariti 75 pacchetti! Tu sai benissimo che negli ultimi 40 anni ho consegnato centinaia di milioni di regali impacchettati con tanto amore e che mai e poi mai ho perso o mi è stato rubato un solo pacco!

Tu sai anche che negli ultimi 40 anni nessun bambino si è mai lamentato delle mie consegne né per la quantità e né per la qualità, tu sai anche che hai potuto da sempre fidarti ciecamente di me e che ho sempre aperto la fabbrica dei regali con puntualità e senso del dovere.

Persino le renne e gli amici Elfi hanno sempre apprezzato questi miei 40 anni di lavoro ininterrotto e allora mi chiedo e ti chiedo che senso ha quella lettera che mi hai recapitato e soprattutto la decisione che hai preso?

Tu non puoi rompere il “rapporto di fiducia” nei miei confronti semplicemente perché la fiducia è una cosa seria e non basta certamente essere “il padrone”, quello che detiene per legge il potere di decidere se Babbo Natale (père Noel in francese) possa continuare a svolgere il lavoro di sempre, quello svolto da 40 anni.

Tu non puoi ma con il tuo gesto arrogante e violento, ingiustificato ed ingiustificabile puoi guadagnarti la sfiducia di tutti i bambini, degli amici elfi, delle renne e per ultimo il mio.

In questo momento persino la Befana che notoriamente è mia concorrente ha fatto giungere una lettera di solidarietà nei miei confronti e di dura condanna nei tuoi.

Peccato, perché tu hai perso di vista che “non sempre quello che conta può essere contato, così come non sempre quello che può essere contato conta.”

Con questo gesto tu vieni consegnato al girone di quelli che sono destinati a non contare più nulla, almeno per i bambini, per gli amici elfi, per le renne, per la befana ed ovviamente per Babbo Natale (père Noel in francese).

Io nel frattempo confezionerò un ultimo pacchetto, un ultimo regalo per te.. sarà un pacco che conterrà solo dei pezzi di carbone perché come sai è quello che da 40 anni consegniamo a tutti coloro che si comportano male nei confronti del prossimo.

Duemilaventi “il Natale per un mondo che cambia” e allora “ridateci quello di prima”.

Babbo Natale (père Noel in francese)