Incontro con l’Azienda

Si è svolto nei giorni scorsi un incontro sindacale tra i Segretari di Coordinamento Territoriale delle tre sigle firmatarie del presente documento e la delegazione aziendale di Risorse Umane e Politiche del Lavoro.

E’, inoltre intervenuta, la nuova Responsabile Risorse Umane – HRBP Mercati Sud Veronica Alì.

L’incontro è iniziato con la presentazione del nuovo modello Risorse Umane e della nuova Responsabile R.U. per il Sud. Successivamente si è proceduto con la dettagliata disamina, da parte aziendale, riguardo la fruizione delle attività formative, a cui è seguita la comunicazione dell’elenco delle Succursali che chiuderanno nel prossimo periodo estivo nella nostra regione e delle assunzioni di 10 colleghi a tempo determinato (c.d. stagionali) per supportare le attività di cassa della regione.

Da parte delle organizzazioni sindacali si è evidenziata la grave situazione degli organici caratterizzati da una pesante carenza di personale che investe in maniera uniforme tutte le Filiali della Regione Calabria e Sicilia.

Considerate le suddette criticità, le assunzioni annunciate dalla delegazione aziendale, non appaiono adeguate a risolvere le annose problematiche che, proprio nei mesi estivi, assumono dimensioni ingovernabili.

Peraltro, risulta davvero insignificante nei numeri, rispetto alle più realistiche esigenze operative quotidiane, il totale delle “nuove assunzioni/stabilizzazioni” che hanno interessato o interesseranno la Regione Calabria e Sicilia, si tratta di un’elemosina rispetto a quello che le Filiali di Calabria e Sicilia necessiterebbero realmente.

Contestualmente, le scriventi OO.SS. hanno richiesto il numero dettagliato delle assunzioni effettuate nella Regione Calabria e Sicilia, al fine di verificare il pieno rispetto dell’accordo sindacale nazionale che prevede una nuova assunzione ogni due pensionamenti.

E’sotto gli occhi di tutti che nella regione i pensionamenti siano stati diverse decine.

Ad aggravare l’esplosiva situazione lavorativa che, quotidianamente, vivono le colleghe e i colleghi della nostra Regione, a causa dell’esiguo dimensionamento degli organici delle Filiali e delle conseguenze dell’emergenza causate dalla pandemia, i danni psicofisici derivanti dal lavorare in uno stressante clima di tensione causato dalle continue pressioni commerciali a cui si aggiungono alcune censurabili scelte e inenarrabili comportamenti assunti in spregio alle più elementari norme e regole di condotta da parte del Direttore Regionale.

Infatti, nonostante gli interventi e le segnalazioni effettuate a tutti i livelli dalle scriventi Organizzazioni Sindacali, è doveroso evidenziare che continua la vietata pratica di comunicazione preventiva della produzione del giorno successivo che quotidianamente – per volere del Direttore Regionale Retail – le colleghe e i colleghi sono obbligati ad inviare ai loro diretti superiori. Vieppiù, i malcapitati colleghi subiscono le paradossali e vergognose contestazioni nel caso in cui il “consuntivo” di vendite non corrisponda a quanto dichiarato “in promessa”.

Costituisce solo un aggravante il fatto che il citato Direttore, in più circostanze abbia, con atteggiamento “negazionista”, dichiarato l’inesistenza di qualsivoglia file e/o comunicazione di siffatta tipologia.

Queste pressioni commerciali, tra l’altro, sono fonte di un clima aziendale contaminato dal malcontento dei lavoratori e, spesso, causa di errori che sfociano in provvedimenti disciplinari, dettati solo dalla violazione della norma senza tenere conto delle circostanze e delle cattive condizioni di lavoro che li hanno prodotti.

Da parte aziendale ci è stato assicurato che, in considerazione delle molteplici segnalazioni – anche da parte delle Segreterie Nazionali di Coordinamento delle scriventi OO.SS. – pervenute sulla specifica e scottante vicenda, la situazione è all’attenzione dei massimi vertici della BNL.

Pertanto, auspichiamo di ricevere a breve risposte certe in merito all’immediato aumento delle assunzioni stagionali, degli aumenti degli organici ed un intervento tempestivo e risolutivo finalizzato alla ricostruzione di un fruttuoso e sereno clima aziendale, indispensabile per affrontare con le necessarie energie le sfide future che ci attendono.

Scarica il comunicato