MO’ BAST’!

Le Lavoratrici e i Lavoratori della BNL contrari alle ventilate ipotesi, tra l’altro non smentite, di un Piano Industriale che prevederebbe esternalizzazioni di parte delle attività di Back Office e di Information Tecnology, nonostante le rassicurazioni ricevute nell’ultima riorganizzazione, costata ai dipendenti lo sconsiderato aumento dei ritmi, il non rispetto degli orari di lavoro e consistenti perdite economiche.

DICONO BASTA!

Al continuo tentativo di destrutturazione delle attività dell’azienda e all’ennesima manovra per realizzare profitti tagliando il costo del personale.

Le lavoratrici e i lavoratori della BNL dicono NO!

Alla dismissione di altri sportelli con l’abbandono sistematico di interi territori del nostro paese

DICONO NO!

Alla sostituzione, con numeri sempre crescenti, di dipendenti a Tempo Indeterminato con lavoratori a Tempo Determinato o peggio a Partita IVA.

Le aziende in questo momento storico approfittando della crisi pandemica ed economica, in nome di una dichiarata e incontestabile necessità di cambiamento, stanno dando un’accelerata ai loro infausti disegni applicando però la solita vecchia ricetta “abbassare le tutele e i costi del personale” ma non certo i compensi del Top Management che anzi continuano ad aumentare.

MO’ BAST’!

Scarica il comunicato