UNA SOLA PAROLA: NO!

NO all’idea dello Spezzatino dell’Azienda che comporta Esternalizzazione di Dipendenti che hanno sopportato in questi anni tanti Sacrifici, Disagi e Penalizzazioni Economiche!

NO allo Smantellamento da parte di BNP Paribas di una delle Realtà Bancarie più Belle e Importanti d’Italia!

NO al conto presentato ai dipendenti dopo che il Management, forse volutamente, sta distruggendo il vecchio Modello di Banca Tradizionale senza riuscire a costruire il nuovo Modello di Servizi, da Hello Bank al Polo Direct, contabilizzando di fatto il fallimento del Piano Industriale 2017/2020!

NO alla mancanza di Rispetto delle Persone in Azienda, alle Pressioni Indebite, alle Mortificazioni e, in generale alla Politica di Gestione del Personale che BNP Paribas sta attuando sui Dipendenti BNL!

NO a Carichi di Lavoro iniqui, alle Patologiche Problematiche IT, ai Cronici Disservizi Organizzativi e Procedurali, ai Controlli sul Lavoro ingiustificati, alle Gravi Carenze in materia di Salute e Sicurezza che creano un Clima Interno davvero Negativo che non può non ripercuotersi altrettanto Negativamente anche sulla Clientela!

Una volta la nostra BNL era una Banca amata da Clienti e Dipendenti.

Vogliamo ritrovare Serenità nel nostro Lavoro per Noi e per i Nostri Clienti!

Se non saremo ascoltati subito dall’Azienda, a settembre passeremo ai fatti con tutte le azioni di lotta possibili non escludendo più giornate di sciopero per reclamare il Futuro della nostra Banca e quindi tutelare al meglio le nostre Prospettive Occupazionali!

Scarica il comunicato