AST: Ahahah …. Non ne sapevano nulla!!

Alla luce delle tante segnalazioni ricevute circa i tenta vi messi in a o da AST per convincere gli ul mi indecisi ad accedere al Fondo di Solidarietà, con proposta di incen vi anche di impor rilevan , nell’incontro che si è tenuto in data 06 febbraio a Firenze tu o il tavolo sindacale ha proposto all’azienda di evitare un iniquo e differente tra amento che si sta verificando nei confron di tu gli esodandi. Per evitare queste presunte disparità, visto anche il numero basso di adesioni, ad oggi 50, abbiamo proposto di dare a TUTTI lo stesso incen vo evitando quindi una vera e propria ingius zia verso chi ha agito aderendo entro i termini dell’accordo e senza richieste di contropar te. La risposta aziendale rispe o alla nostra richiesta ve la ripor amo testualmente :

“Non sappiamo di cosa state parlando”.

La consideriamo un’enorme scorre ezza nei confron delle organizzazioni sindacali e di riflesso verso tu i lavoratori che potrebbe aprire l’ennesimo fronte giudiziario. Ribadiamo che a fronte di un accordo che prevede quali siano gli incen vi per TUTTI, non è giusto che ci sia QUALCUNO che acceda al fondo con incen vi molto più al solo perché l’azienda intende raggiungere un numero di adesioni maggiori, per questo con nueremo a vigilare sino all’a o concilia vo. Come cantava Edoardo Bennato……. “Non vedi che è un vero affare, non perdere l’occasione, se no poi te ne pentirai…… non capita tutti i giorni, di avere due consulenti, due impresari che si fanno in quattro per te……….” 

Assago, 08 febbraio 2024 RR.SS.AA. A.S.T. FABI – FIRST CISL – FISAC CGIL – UILCA – UNISIN

Scarica il comunicato