FACCIAMO CHIAREZZA

Alla luce della confusione che si sta generando relativamente ad iniziative di diversi colleghi di rivolgersi, già in questa fase, ad alcuni studi legali, e di alcuni legali, tra cui anche quelli che hanno rapporti con la nostra Organizzazione Sindacale, consistenti in videoconferenze con gruppi di lavoratori con riferimento alla vertenza in corso in BNL ed al rischio cessione, intendiamo precisare che UNISIN è assolutamente estranea a queste iniziative.
Così come abbiamo spiegato nel comunicato unitario diffuso stamattina (clicca qui), la partecipazione di tutti i lavoratori al ciclo di assemblee che stiamo avviando è fondamentale.
Le procedure legali per le eventuali cessioni non sono state nemmeno avviate e tutta la linea adottata dalle Organizzazioni Sindacali di BNL e Nazionali è orientata ad evitare le cessioni e ad individuare soluzioni alternative.
Questa è una fase decisiva, non possiamo dare segnali che potrebbero essere equivocati come una resa ad un destino ineluttabile, le cessioni appunto, che invece stiamo cercando di evitare con tutta la nostra determinazione.
Se sarà necessario, come abbiamo già affermato, a momento debito non esiteremo a sostenere i ricorsi e garantiremo ai lavoratori coinvolti la migliore assistenza legale.
Ma in questa fase, che è una fase esclusivamente di confronto sindacale, bisogna restare tutti uniti e fare fronte comune contro i progetti dell’azienda.
Invitiamo i lavoratori tutti a continuare a riporre la massima fiducia nell’operato delle Organizzazioni Sindacali e a sfruttare le assemblee anche per tutti quegli eventuali chiarimenti di cui, comprensibilmente, si sente la necessità.
Arrivederci in assemblea.