Finalmente il Flexi arriva in Rete!

In data odierna, le OO.SS. hanno firmato un importante accordo che apre finalmente ad un’estensione del Flexible Working in rete. Un’estensione importante, che copre più del 70% dei colleghidi Rete, che da tanto tempo pongono il tema di una maggiore conciliazione dei tempi vita lavoro: le organizzazioni sindacali hanno sempre spinto sul tema ed è quindi per noi un’importante conquista, un segnale di attenzione reale che siamo finalmente riusciti a concordare con l’azienda. Sarà possibile, nelle filiali con almeno 5 dipendenti o, nei grappoli composti da una filiale di 4 dipendenti ed una o più succursali con almeno 3 dipendenti, fruire di una giornata a settimana di Smart Working. I ruoli interessati sono: DAG, FPA, CCP. I gestori business, che non vengono conteggiati ai fini del numero di risorse necessarie per abilitare la filiale / grappolo, potranno comunque fruire di un giorno di flexi a settimana. Ricordiamo, che al fine di svolgere una formazione efficace e senza interferenze, è opportuno che venga svolta nelle giornate di flexi. Dobbiamo tutti insieme vigilare sulla corretta applicazione dell’accordo, su questo come su tutti gli altri punti che attengono una serena fruizione dello smart working. Vi chiediamo, pertanto, di denunciare qualunque difformità o ostacolo a quanto previsto dall’accordo. Per coloro i quali non rientrano nel perimetro della previsione di cui all’accordo, si mantiene la giornata al mese; pure, però, sottolineiamo l’impegno condiviso con la controparte di rivederci entro la fine dell’anno per valutare ulteriori allargamenti del perimetro. Questo accordo valorizza ancor di più la previsione sul riconoscimento del buono pasto anche in flexi. È di tutta evidenza che le OO.SS. sono soddisfatte di quest’accordo, che apre un nuovo modo di lavorare anche ai colleghi delle agenzie, con le dovute tutele e l’intento di ampliarlo nel prossimo futuro anche al resto delle colleghe e dei colleghi.

Roma, lunedì 10 giugno 2024

Segreterie di Coordinamento del Gruppo BNL FABI – FIRST CISL – FISAC CGIL – UILCA – UNISIN

Scarica il comunicato