Sindacato e azienda a confronto con qualche nodo da sciogliere. I colleghi al centro delle misure

In data 16 maggio, le Organizzazioni Sindacali si sono confrontate con l’azienda su alcune importanti tematiche.

Campagna pensionamenti volontari anticipati
In tabella la sintesi dell’andamento della campagna esodi.
Un andamento che riteniamo soddisfacente, anche se ci spiace di non essere stati sufficientemente ascoltati dall’azienda: se avesse fatto uno sforzo in più rispetto alle incentivazioni economiche, sicuramente oggi staremmo parlando di percentuali assai più positive.
Abbiamo inoltre chiesto di valutare eventuali ricadute che potrebbero esserci rispetto alle paventate modifiche della RITA in sede di esame parlamentare.


Flexible Working in rete
Questo tema è stato sollevato da tempo dalle scriventi Organizzazioni Sindacali: crediamo infatti che sia necessario estendere il più possibile una misura così utile per la conciliazione dei tempi vita lavoro.
Nel periodo che va da aprile a settembre 2023, è stato avviato un pilota che ha previsto la possibilità anche per i colleghi individuati (ruoli di DF, FPA, GR e GB) su 10 filiali complessive, di fruire di un giorno di FW a settimana. I risultati sono stati ampiamente positivi, con un miglioramento della NPE pari a +57 punti, un andamento stabile a livello distributivo, dei ricavi e del NPS.
Pertanto, a partire dal prossimo autunno previo il raggiungimento di un nuovo accordo sindacale che ne regolamenti lo svolgimento (l’attuale prevede un solo giorno al mese dedicato alla formazione), si potrebbe estendere il Flexible Working a 4/5 giorni al mese, uno a settimana, per tutti i gestori Business Advisory e i gestori Business Agri, in tutte le filiali senza succursali con organico maggiore o uguale a 5 colleghi e alle filiali con succursali che abbiano nella filiale principale sempre un organico maggiore o uguale a 5.

Una misura richiesta fortemente dal Sindacato, che però rileva ancora diversi margini di miglioramento su quella che riteniamo essere una modalità di lavoro che dev’essere quanto più possibile garantita a tutti i colleghi. Anzitutto un lavoro più attento per estendere anche ad altri ruoli di rete la possibilità del Flexi, nonché una formazione ed una sensibilizzazione dedicata – soprattutto ai responsabili – per garantire una corretta e serena fruizione da parte di tutti.
Proprio sul tema Flexi, continuiamo a richiedere di aumentare le giornate da 8 a 10 per le strutture del CSC e del Direct (qui, addirittura, il polo Business vede la possibilità di sole 4 giornate al mese). Non ci soddisfa, infatti, la risposta aziendale per cui la funzione di business non ritiene applicabile questa estensione per il solito ed esclusivo criterio della produttività.

Piattaforma Word Line Contact
Infine, si è discusso della nuova piattaforma denominata Contact – già applicata nell’ambito del CSC – che la banca vorrebbe estendere anche ai consulenti nella Rete. Diverse le perplessità esposte dal tavolo sindacale, rispetto ad uno strumento di lavoro che, secondo l’azienda servirebbe a gestire telefonicamente due nuove opzioni di contatto: gestione delle pratiche di mutuo e consulenza sugli investimenti e sulle polizze di protezione.
Uno strumento che prevede altresì nuovi report – con tutto ciò che ne consegue in termini di pressioni commerciali – nuove modalità di registrazione e riascolto delle telefonate e, soprattutto nuove attività in capo a dei colleghi che, come il tavolo non si stanca mai di ripetere, nella rete sono già drammaticamente oberati di lavoro. In estrema sintesi: qualcosa ancora non ci convince e sull’argomento torneremo in maniera ancor più decisa nei prossimi incontri.

Riduzione orario di lavoro
Sul tema della riduzione di orario, oggetto di dichiarazioni del nostro AD e del Capo del personale nell’ultimo incontro di “Ascontiamoci”, come OO.SS. abbiamo ribadito che non è tutto roseo come è stato dipinto.
La reale posizione aziendale, che si nasconde dietro una interpretazione ABI quanto mai fumosa e spiegata in modo parziale, escluderebbe dalla riduzione di orario tutti i colleghi turnisti.
Su questo punto la visione ed interpretazione Sindacale è diversa e non condivisa con l’Azienda.

Scarica il comunicato