“SMEMORIA!”

Più volte abbiamo denunciato le problematiche che ormai da tempo attanagliano la Rete Agenzie, più volte abbiamo chiesto a questa banca di darci un segnale di cambiamento, più volte non abbiamo ottenuto NULLA….

Dal 22 gennaio, ennesimo “giro di chiave”, a distanza di soli due anni dall’ultima riorganizzazione, che ha visto protagonisti i colleghi della Rete Unica, ci ritroviamo con vecchi problemi irrisolti e nuovi da risolvere: carenza di organico nella rete Agenzie per migrazione al CSC o al Direct o per mancata sostituzione di chi è uscito dai ruoli, aumento dei budget fino al 40%, passaggio al private di clienti su portafogli retail, continue estenuanti pressioni commerciali improprie che espongono i colleghi a rischi personali sempre maggiori.

Vogliamo ricordare alla Banca che, se è pur vero che sono migrati in parte anche i clienti, gli stessi continuano, per problematiche legate alla carenza di procedure, a doversi rivolgere alle Agenzie.

Vogliamo ricordare alla Banca che abbiamo Agenzie senza Direttore da dicembre, maternità non sostituite, continue dimissioni di giovani colleghi che, coraggiosamente, abbandonano questa banca, e, a farne le spese di tutto ciò, sono sempre i colleghi che rimanendo in agenzia devono caricarsi anche di queste incombenze… finché ce la faranno.

Vogliamo ricordare alla Banca, e ai manager di prossimità che la gestiscono, che esiste un protocollo sulle pressioni commerciali, ora anche parte integrante del CCNL, che viene costantemente disatteso, esponendo i colleghi della Rete a sempre maggiori rischi operativi.

Vogliamo ricordare alla Banca che tutti i colleghi ai quali hanno messo le mani in tasca riassorbendo gli Ad personam per l’aumento contrattuale, se lo erano faticosamente guadagnato.

Vogliamo ricordare alla Banca che ha “dimenticato” di riconoscere l’indennità di rischio a quei colleghi che, pur non maneggiando contante, gestiscono valori.

E’ per questi ed altri motivi che abbiamo chiesto un incontro con le Risorse Umane di questa Banca un po’ “smemorata” del quale vi terremo aggiornati.

“Dove vien meno l’interesse, vien meno anche la memoria”.

Goethe

RSA RTL BNL FABI – FIRST CISL – FISAC CGIL – UILCA – UNISIN

Scarica il comunicato